Sconti automatici a partire da 5 cartoni

Acquistando almeno 5 cartoni: sconto 5%, acquistando almeno 15 cartoni: sconto 7%, acquistando almeno 30 cartoni: supersconto 10%!

Tempo di autunno, tempo di vendemmia

Tempo di autunno, tempo di vendemmia

In una nazione conosciuta in tutto il mondo per la produzione di vino, e anche per i suoi vigneti, come l'Italia, la stagione della vendemmia è uno dei momenti più importanti dell'anno.

La vendemmia infatti, oltre a richiamare centinaia di persone negli agriturismi, nelle fattorie e nelle aziende agricole per raccogliere l'uva nei vigneti, viene celebrata con festival, tour enogastronomici e degustazioni in cantina.

Ed è anche un momento molto sentito, soprattutto nelle regioni vitivinicole e dove la tradizione riveste ancora un ruolo importante, perché è capace di riunire adulti e bambini e di far scoprire, in particolare ai più giovani, le origini del vino, dal momento in cui il grappolo viene raccolto dai tralci fino al momento in cui il mosto viene riposto nei silos, o nelle botti, della cantina.

Vendemmia: quando si svolge?

L'uva, a meno che l'estate non sia stata eccezionalmente calda (in quel caso può capitare che sia già pronta per metà settembre), di solito matura quando l'autunno è nel pieno del suo vigore, quindi durante il mese di ottobre.

 In ottobre, a meno che la vendemmia non si svolga in Puglia e in Sicilia, dove i vacanzieri più indomiti del Nord Europa non lasciano le spiagge fino a novembre, le grandi folle dei mesi estivi sono già tornate a casa e le regioni si colorano di verde smeraldo, giallo oro, arancio e rosso, i colori per eccellenza dell'autunno.

Le temperature, fatta eccezione per le zone del centro e del sud Italia dove sono ancora molto piacevoli, sono tiepide di giorno e piacevolmente fresche durante la notte.

 

Vendemmia: dove andare a farla?

Se sei interessato a fare un tuffo nella tradizione oppure ad imparare come viene prodotto il vino, non devi andare troppo lontano, perché ciascuna regione italiana coltiva uva e, bene o male, ciascuna città, come anche ciascun paesino, ha la sua festa della vendemmia.

 Le regioni più conosciute per i loro vigneti sono la Toscana, il Veneto, la Sicilia, la Puglia, il Piemonte e l'Emilia Romagna.

 Se non sei mai stato al di fuori dalla tua provincia, puoi prendere una mappa dell'Italia e vedere quali tra queste zone è quella più vicina alla tua, oppure, se ti senti dotato di una buona dose di spirito avventuroso, sceglierne due e fare un tour con la macchina per scoprirne le tradizioni, le uve che vengono coltivate e i differenti modi di vendemmiarle.

Se invece non hai la macchina, in alternativa puoi prendere il treno o partire per fare la vendemmia, o il giro di degustazione nelle cantine, con una compagnia viaggi specializzata.

 

Come si fa la vendemmia?

La vendemmia, anche se viene fatta sia dai bambini sia dagli adulti, è un'attività dura e molto fisica, ma anche affascinante, perché permette di entrare in contatto con la natura e i suoi ritmi senza sporcarsi eccessivamente le mani. Di solito, il giorno prestabilito per la vendemmia, i partecipanti si presentano nella fattoria, o nell'agriturismo, nell'azienda agricola o nella cantina che l'ha organizzata, dopodiché prendono un paio di forbici e si recano nei vigneti per raccogliere l'uva. 

Nei vigneti, questo per facilitare la raccolta, si trovano sempre delle casse, che possono essere usate anche per sedersi se si fa fatica a rimanere inginocchiati o chinati per molto tempo, in cui l'uva dev'essere adagiata (attenzione: non lanciata, altrimenti gli acini si rovinano e il vino non verrà buono!).

Per raccogliere l'uva, si devono dapprima spostare le foglie (operazione obbligatoria, perché sennò non vedrai nulla e rischierai di tagliarti le mani con le forbici!), poi prendere il grappolo con una mano e, infine, tagliare il gambo soprastante (il tralcio) con le forbici e deporre l'uva nella cassa.

Le casse, salvo indicazioni diverse da parte del proprietario dei vigneti, devono essere riempite soltanto fino a metà, altrimenti farai fatica a portarle fino al punto di raccolta e, oltretutto, dopo un po' ti farà anche male la schiena.

 

La tavola della vendemmia, un momento conviviale

La maggior parte degli agriturismi, ma anche delle cantine e delle aziende agricole, per ringraziare i visitatori che hanno dato loro una mano a fare la vendemmia, di solito offrono un pranzo, una merenda o una degustazione di vini e di prodotti locali. 

La tavola della vendemmia è sempre un momento conviviale e ricco di colori: tovaglie monouso, che spesso richiamano le tonalità dell'autunno o del vino, vengono adagiate su tavoli esterni in legno e posti sotto i gazebo, o all'aperto se il tempo è bello, insieme a piatti e posate ecologiche, tovaglioli usa e getta dello stesso colore della tovaglia, bicchieri in plastica riutilizzabile, bottiglie di vino, bevande di vario genere e prelibatezze di ogni tipo.

Se invece si preferiscono le tonalità più eleganti e neutre, si può anche giocare con il beige e il chiaro, che sono anche i colori principali della linea Wine Creta, oppure puntare su un abbinamento insolito per l'autunno, ma sempre attuale, come il bianco e nero della collezione Wine Nero. 

Per chi invece non vuole discostarsi più di tanto dalla tradizione, ma nello stesso tempo desidera un tocco moderno, non c'è niente di meglio del tovagliato monouso Wine Bordeaux Plus, semplice, ma decisamente d'effetto.

Infine, per chi cerca una soluzione più economica delle tovaglie in tnt oppure il suo budget non gli permette di fare follie con le tovaglie in tessuto non tessuto, un altro tovagliato monouso a tema vendemmia da non perdere è quello della linea Winery, che sembra strizzare l'occhio in modo aperto non solo alla raccolta dell'uva, ma anche al suo prodotto finale, la bottiglia di vino. 

La tavola della vendemmia, per chi desidera esagerare, può anche essere arricchita ulteriormente con richiami alla uva e alla cantina, come grappoli d'uva, meglio ancora se freschi e ben lavati per permettere agli ospiti di degustarla, scatole di legno vuoto con il logo dell'azienda oppure, per chi vuole strafare, bottiglie di vino magnum vuote o piccole botti di rovere.

 

 

Topic: Come fare a

Commenti

Supersconto 10%
Iscriviti alla newsletter e riceverai il codice coupon per avere lo sconto 10% su un ordine a tua scelta.
Fallo subito!